Impretec ha scelto lo standard mondiale KNX per l'automazione edifici come piattaforma tecnologica per i propri impianti domotici

Flessibilità di installazione

Quando decidi di costruirti casa o di ristrutturare un appartamento non puoi prevedere tutto. Un impianto elettrico tradizionale una volta realizzato diventa difficile e costoso da modificare e da ampliare, ed anche in corso d’opera può essere complicato fare modifiche rispetto al progetto iniziale.

Diciamo che nel momento in cui hai bisogno di un impianto elettrico per la tua nuova casa le tue esigenze potrebbero essere queste:

  • controllo delle luci (e ci mancherebbe)
  • riscaldamento a zone separate (ad ogni stanza la sua temperatura, no?)
  • crepuscolare per il vialetto del giardino
  • Attuazione tapparelle (siamo stanchi di alzarle ed abbassarle a mano)

 

E se poi decidi di installare un impianto d’allarme? Non sarebbe bello che potesse dialogare col resto della casa spegnendo le luci e abbassando le tapparelle quando esci di casa, invece di dover fare il giro della casa stanza per stanza? E se invece quando accendi il forno elettrico e il phon salta il contatore? Ci vorrebbe un controllo carichi (vedremo in futuro cos’è e come funziona). E quelle tapparelle attuate, non sarebbe fantastico se al mattino, quando suona la sveglia, si aprissero da sole, così che il sole del mattino ti risvegli dolcemente? Un impianto domotico KNX correttamente progettato può essere ampliato e permette di aggiungere tutto questo ed altro.

Semplicità di posa e di realizzazione

In un impianto elettrico tradizionale, ogni interruttore incassato nel muro è percorso dalla linea a 230V. Quando spingiamo il pulsante sul muro questo fa passare la corrente che arriva al lampadario che si accende. Vi sono poi i cavi che collegano il termostato con il resto dell’impianto di riscaldamento, e i cavi dei pulsanti per aprire e chiudere le tapparelle. In un impianto domotico KNX l’informazione che una certa luce debba accendersi è completamente svincolata dalla linea che trasporta la corrente elettrica necessaria per accenderla. Quel pulsante che funge da input al nostro comando (chiamato anche sensore) è completamente svincolato dal dispositivo che farà accendere la luce (anche detto attuatore). Questo vale anche per i termostati o per i pulsanti delle tapparelle.

Centralizzazione delle funzionalità

Rispetto alle installazioni elettriche tradizionali in un impianto domotico KNX tutti i differenti sottosistemi all’interno dell’edificio sono integrati; questo consente sia di aumentare l’efficienza energetica dell’intera casa, sia di poterne controllare ogni aspetto molto più comodamente. Il sistema consente di realizzare ed integrare molteplici funzionalità come:

Gestione illuminazione
Gestione riscaldamento e ventilazione
Controllo del clima e della qualità dell’aria
Comando di tende e tapparelle motorizzate
Monitoraggio degli allarmi
Gestione dei carichi
Centralizzazione e controllo integrato delle diverse applicazioni

Lo Standard KNX

KNX è oggi lo standard mondiale, aperto, conforme alle principali normative europee ed internazionali, che consente la gestione automatizzata e decentralizzata degli impianti tecnologici di un’ampia tipologia di strutture: edifici commerciali, industrie, uffici, abitazioni, locali pubblici, scuole e altre ancora.

Il sistema KNX si inserisce naturalmente nel filone concettuale dell’edilizia più evoluta, attenta ai principi dello sviluppo sostenibile, che vede nel servizio alla persona e nel comfort il valore aggiunto e imprescindibile della costruzione moderna, innovativa, sicura.

KNX può essere utilizzato in tutte le possibili applicazioni e funzioni per il controllo delle abitazioni e degli edifici: illuminazione, controllo serrande, allarmi e video sorveglianza, monitoraggio riscaldamento, aerazione e aria condizionata, controllo idrico, ottimizzazione energetica, gestione contatori energia elettrica ed elettrodomestici, impianti audio. 

KNX migliora il comfort e la sicurezza e contribuisce fortemente al risparmio energetico (sino al 50% per il controllo dell’illuminazione e del riscaldamento) e all’impatto sull’ambiente.

KNX può essere utilizzato sia negli edifici nuovi sia in quelli preesistenti. Le installazioni KNX possono essere facilmente ampliate e adattate secondo le nuove esigenze, in poco tempo e con investimenti finanziari minimi (es: quando subentrano nuovi inquilini in un edificio commerciale).

KNX può essere installato sia in piccole abitazioni di uso familiare sia in grossi edifici (uffici, alberghi, centri conferenza, ospedali, scuole, grandi magazzini, aeroporti).